Abtei Sankt Bonifaz

Abtei Sankt Bonifaz

Das Kloster Andechs ist das Wirtschaftsgut der Benediktinerabtei Sankt Bonifaz in München. Die Abtei Sankt Bonifaz in München und Andechs bildet ein Kloster an zwei Orten. Mit seinen Wirtschaftsbetrieben ermöglicht das Kloster Andechs das pastorale, wissenschaftliche und soziale Engagement der Mönche in Sankt Bonifaz.

Mehr über Sankt Bonifaz

Sankt Bonifaz Wappen
Info Sankt Bonifaz Webseite
zur Startseite des Kloster Andechs Webauftritts
zur Webseite der Abtei Sankt Bonifaz
Home / Chiesa e monastero / Monastero 

TUTTO CIÒ CHE SERVE ALL'INTERNO DELLE MURA – IL MONASTERO COME SPAZIO VITALE

Benedetto descrive il monastero come un luogo in cui la vita può essere santa e felice. La condizione necessaria a questo fine è che il monaco possa trovarvi all'interno tutto ciò di cui ha bisogno per vivere.

Luogo di pellegrinaggio e risorsa economica: essere monaci sul Sacro Monte (Foto: Michael Westermann)

Scrive Benedetto nel capitolo 66 della sua regola: «Il monastero deve essere possibilmente organizzato in modo che al suo interno si trovi tutto l'occorrente, ossia l'acqua, il mulino e l'orto e che vi possano essere esercitati i diversi tipi di lavori manuali. In questo modo i monaci non avranno bisogno di andare all'esterno, la qual cosa non è affatto buona per loro». E così i luoghi che fanno parte del monastero quali chiostro, celle, cappella, sala da pranzo, biblioteca, sala capitolare e persino il cimitero sono tutti in relazione con gli spazi e i momenti della vita del monaco. Il monaco deve confrontarsi con questi luoghi e utilizzarli al fine di avere una vita piena e completa.

La clausura: uno spazio protetto dedicato alla ricerca di Dio

Da quanto detto risulta evidente che questi spazi necessitano di una particolare protezione: è per questo che vengono anche chiamati clausura, ossia «luogo chiuso». Fanno parte della clausura, oltre alle celle dei monaci, anche alcune zone esterne, ad esempio il giardino del monastero. Queste zone non sono semplicemente spazi privati dei monaci, bensì al loro interno si realizza la pienezza dell'esistenza monastica, ossia la costante ricerca di Dio in tutti i settori della vita e l'incontro con lui.


Cliccate su un immagine per avviare la panoramica fotografica.

Benedetto non pensa solamente alla chiesa, agli spazi comunitari e alle singole celle dei monaci, bensì ha in mente anche i diversi settori che devono essere integrati nella vita del monaco affinché la sua vita in monastero possa prosperare. Questa integrazione di tutti i settori della vita e del lavoro impedisce al monaco di «gironzolare» e di «smarrire se stesso».

Per questi motivi, il monastero purtroppo non è aperto alle visite pubbliche. Comunque, al fine di dare un'idea della vita nel monastero di Andechs, i monaci hanno realizzato un filmato sui loro momenti di preghiera e di lavoro a San Bonifacio e Andechs, che è disponibile nel negozio del monastero o nello shop online.

 

Per gli stessi motivi, l'abate Johannes ha pubblicato il libro «Vivere con se stessi: il piano del monastero come modello di vita», il quale tratta dei singoli locali del monastero dedicati agli ambiti di vita personale. Anche questo volume è disponibile nel negozio del monastero o nello shop online.